Moratoria COVID 19 anche per la cessione del quinto

DiDario Franzoni

Moratoria COVID 19 anche per la cessione del quinto

In questo periodo di crisi sanitaria, siamo stati messi in difficoltà su tutti i fronti e sono sempre più famiglie a ritrovarsi in grosse difficoltà economiche.

La conseguenza è la difficoltà o l’impossibilità di onorare i propri impegni come mutui e prestiti personali.

Assofin (Associazione Italiana del credito al consumo e immobiliare) ha invitato le varie società creditizie che ne fanno parte e non, di venire in contro il più possibile ai loro clienti anche per quanto riguarda la cessione del quinto, in quanto i dipendenti che si trovano in cassa integrazione si ritrovano con un’importate abbassamento dello stipendio.

Sembra che più società abbiano risposto positivamente e di seguito vi elenchiamo le principali, dove troverete le procedure o le indicazioni da seguire per fare richiesta di sospensione.

Abbiamo elencato solo alcune società, se la tua finanziaria non è in elenco ti invitiamo a contattarla e ti indicheranno la loro procedura da seguire.

Con alcuni nostri clienti che si sono trovati nella medesima situazione, abbiamo inviato semplicemente una mail alla società indicando come oggetto: numero di pratica, nome e cognome del cliente, richiesta sospensione rata causa covid e allegato la comunicazione dell’azienda della messa in cassa integrazione a causa del Covid 19. La finanziaria ha in inviato all’azienda tramite pec tutte le indicazioni da seguire.

Ricordandovi che siamo sempre a vostra disposizione, di seguito vi riportiamo parte del testo della Moratoria COVID 19 che potete trovare sul sito di ASSOFIN.

RICHIESTA E DURATA

La sospensione deve essere espressamente richiesta dai possibili beneficiari e concessa dagli intermediari una volta verificata la presenza di una delle condizioni testé individuate.
La sospensione può avere durata fino a sei mesi; in accordo col cliente possono essere previste durate inferiori.


FINANZIAMENTI OGGETTO DELLA SOSPENSIONE

Si può chiedere la sospensione del pagamento della rate dei finanziamenti di importo superiore a 1.000 euro (importo finanziato) e durata originaria superiore a sei mesi, concessi da banche e intermediari finanziari a
favore di consumatori e stipulati fino al momento in cui verrà lanciata la moratoria.
La sospensione può essere richiesta per finanziamenti per i quali alla data del 21 febbraio 2020 non risultassero ritardi di pagamento tali da comportare la necessità di qualificare le relative posizioni in default
o forborne, ovvero per i quali non fosse intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso.

Le operazioni di CQS possono essere incluse nel perimetro di applicazione della sospensione solo alle seguenti condizioni:


• che l’ATC accetti e quindi risulti giuridicamente obbligata a recuperare, sino al totale recupero degli importi, le rate temporaneamente sospese comprensive degli interessi maturati nel periodo di sospensione, mediante:
a) il loro accodamento a partire dalla fine piano di ammortamento contrattuale originario;
b) ovvero tramite eventuali trattenute da effettuarsi, anche nel corso dell’ammortamento del prestito, in via aggiuntiva rispetto a quelle già dovute ai fini del rimborso dello stesso, nel rispetto, tuttavia, dei limiti di importo e di coesistenza con altre trattenute previsti dalla legge;

• che le compagnie accettino che le polizze assicurative che assistono il credito (rischio vita ed impiego) abbiano validità anche oltre la durata contrattuale del piano di ammortamento per il tempo necessario al pagamento delle rate sospese.

CARATTERISTICHE DELLA SOSPENSIONE

La sospensione può riguardare, alternativamente:

  1. il pagamento dell’intera rata mensile del finanziamento per una durata fino a 6 mesi (o equivalente in caso di rate non mensili).
  2. il pagamento della sola quota capitale fino a 6 mesi (o equivalente in caso di rate non mensili).

La determinazione della modalità di sospensione compete al creditore in funzione delle sue peculiarità operative.
La sospensione comporterà un prolungamento del periodo di ammortamento corrispondente alla sospensione concordata (c.d. slittamento). Al cliente non verranno addebitati oneri o costi relativi
all’espletamento delle procedure necessarie per l’attivazione della sospensione.

  • Nell’ipotesi di sospensione dell’intera rata nel periodo di sospensione sono applicati interessi, calcolati sul debito residuo al tasso (TAN) previsto dal contratto di finanziamento originario, garantendo, comunque, la costanza del Net Present Value del finanziamento.

Gli interessi maturati dovranno essere rimborsati dopo il periodo di sospensione, secondo una delle seguenti modalità:
a. a partire dal pagamento della prima rata in scadenza. Gli interessi maturati saranno suddivisi in quote di pari importo e in numero uguale alle rate residue del finanziamento. Ogni quota interessi sarà quindi aggiunta all’importo della rata prevista dal contratto originario;
b. in un’unica soluzione, in occasione del pagamento della prima rata in scadenza dopo il periodo di sospensione;
c. con l’aggiunta di alcune rate a fine piano, corrispondenti all’importo degli interessi maturati nel periodo di sospensione dei pagamenti (c.d. accodamento).

  • Nell’ipotesi di sospensione della sola quota capitale, nel periodo di sospensione verranno corrisposti solo gli interessi calcolati sul debito residuo al tasso (TAN) previsto dal contratto di finanziamento originario e, terminato il periodo di sospensione, si riprenderà il pagamento degli importi delle rate previste dal contratto.


In presenza di polizze assicurative che assistono il credito (rischio vita ed impiego), sarà discrezione delle compagnie prolungare la validità di dette polizze anche oltre la durata contrattuale del piano di ammortamento per il tempo necessario al pagamento delle rate sospese.

Fonte: ASSOFIN

Seguimi sui Social:

Info sull'autore

Dario Franzoni administrator

Mi chiamo Dario e da anni, come collaboratore di Kiron Partner Spa mi occupo di finanziamenti tramite Cessione del Quinto. Ho una vasta e ferrata conoscenza del prodotto e di tutti i suoi tecnicismi. Ad oggi ho aiutato molti clienti ad esaudire le loro necessità che vanno dal semplice ottenimento di liquidità al consolidamento di più prestiti e credo proprio di poter aiutare anche te.