Prestito con Delega

Se si ha bisogno di una somma particolarmente consistente, o di un ulteriore prestito (avendo già in corso una Cessione del Quinto dello Stipendio), il Prestito con Delega è la seconda possibilità. La restituzione del finanziamento avviene tramite rate da 24 a 120 mesi, trattenute direttamente dallo stipendio, con importi personalizzabili, sempre entro il quinto dello stipendio.
Per soddisfare qualsiasi esigenza di liquidità il Prestito con Delega viene concesso anche se vi sono altri finanziamenti, protesti o pignoramenti in corso.

prestito con delega

Il prestito con delega, a differenza della Cessione del quinto non è obbligatoria e può essere accettata o meno dall’azienda. L’azienda può averla accettata in passato ma non è obbligata ad accettarne il rinnovo.

La delegazione di pagamento può essere richiesta solo dal dipendente, il pensionato non può farne richiesta in quanto gli enti pensionistici non accettano seconde trattenute da prestiti.

Caratteristiche principali del prodotto della Delega:

» Firma singola, non servono garanti
» Tasso e rata fissa per tutta la durata del finanziamento
» Concesso anche in presenza di protesti o disguidi bancari e ammette la coesistenza con pignoramenti
» Non è necessario fornire la motivazione della richiesta
» Il rimborso avviene tramite busta paga
» Copertura assicurativa rischio vita e impiego obbligatoria per legge
» Durata da 24 a 120mesi
» Estinguere o rinnovare altri finanziamenti con un unica rata

Requisiti necessari per poter accedere alla Delega:

» Devi essere una persona fisica
» L’età minima è di 18 anni mentre la massima varia in base alla finanziaria e agli appoggi assicurativi vanta
» Il cliente deve avere residenza e domiciliazione italiana, anche se di cittadinanza straniera
» Il cliente deve avere un reddito dimostrabile e continuativo
» Percepire una reddito da lavoro dipendente

Documenti necessari per fare la richiesta di preventivo:

prestito con delega

» Documento di riconoscimento in corso di validità
» Codice fiscale o tesserino sanitario
» Se il cliente è straniero deve presentare il permesso di soggiorno in corso di validità, nel caso fosse scaduto allegare la copia del versamento eseguito per il rinnovo
» Ultima busta paga se dipendente
» Modello CUD/CU

La finanziaria, ad eccezione di casi particolari, per l’elaborazione del preventivo si impegnerà a richiedere la documentazione necessaria:

» Certificato di stipendio o dichiarazione di servizio: è un documento rilasciato dalla propria Amministrazione riportante i dati fissi contrattuali, stipendiali del dipendente. Al suo interno sono inoltre evidenziate, sia le trattenute di legge, sia le eventuali trattenute volontarie, nonché l’adesione a Fondi di previdenza.
» Conteggio estintivo della delega in corso nel caso fosse rinnovabile (per essere rinnovabile devono essere trascorsi i 2/5 delle rate Leggi qui), o di altre trattenute presenti in busta paga quali pignoramenti o piccoli prestiti aziendali.

Per i dipendenti ministeriali può essere che la finanziaria richieda la compilazione da parte della propria amministrazione di alcuni allegati specifici.

L’Assicurazione: Garantisce l’operazione di finanziamento come richiesto dalla normativa vigente. Con una polizza assicurativa che copra il rischio della morte del cedente o della perdita d’impiego (per dimissioni o licenziamento). Il beneficiario, in caso di sinistro, è l’ente sovventore che incasserà il residuo importo del credito. Per il rischio impiego, nel caso di sinistro, l’assicurazione ha diritto di rivalsa nei confronti del cedente.

Come specificato qui sopra, l’assicurazione è colei che garantisce l’operazione, cioè ha il ruolo più importante di tutti, in quanto decide se l’operazione è “fattibile” oppure no. L’assicurazione potrà decidere se assumere o no la pratica dopo aver fatto dei censimenti in merito all’azienda del cliente, cioè verificherà che sia “sana” e che non presenti situazioni di CIG ordinaria/straordinaria o contratti di solidarietà, in questo caso potrà decidere se assumere il rischio o meno. Ogni compagnia assicurativa vanta dei propri criteri di assunzione che possono differire dalle altre compagnie presenti sul mercato.

La fine del piano di ammortamento della delega deve avvenire entro l’età pensionistica sia per i dipendenti privati che pubblici/statali in quanto l’ente pensionistico non permette la rinotifica della seconda trattenuta.


Clicca QUI e compila il form oppure scrivici su Messenger!